palzileri.com
Now reading . LAB P/E 18 @ PITTI UOMO

LAB P/E 18 @ PITTI UOMO

LAB Pal Zileri City Experience

La “city life” e il suo vibrante spirito urbano a Pitti Immagine Uomo 92.
Pitti Immagine Uomo - che si svolge due volte l’anno nella Fortezza da Basso a Firenze - è uno degli eventi più importanti al mondo per l’abbigliamento maschile. Qui LAB Pal Zileri ha presentato la sua ultima collezione Primavera-Estate 2018 attraverso una serie di installazioni interattive nei quattro giorni dell’evento.

La City Experience LAB Pal Zileri

LAB Pal Zileri è un progetto di brand indipendente all’interno del mondo Pal Zileri, ideato per riflettere e soddisfare le esigenze di un uomo moderno, al passo coi tempi, cosmopolita. La nuova stagione si contraddistingue per un’attitudine contemporanea che si avvale del know-how di Pal Zileri nel campo del tailoring per creare capi innovatici e funzionali che accompagnano chi li indossa, da un meeting di lavoro alla night-life in un club, in qualsiasi parte del mondo.

Il viaggio e lo stile di vita urbano sono i temi che permeano la collezione Primavera-Estate 2018. I capi incarnano l’energia dinamica delle città moderne e delle persone che le vivono. Per enfatizzare questa affinità, in occasione di Pitti, LAB Pal Zileri ha realizzato una presentazione focalizzata sulla “City Experience”, una serie di esposizioni distribuite nei diversi spazi della location. Le main rooms hanno enfatizzato i temi colore della prossima collezione: sfumature del blu, colori naturali e toni di grigio, che risaltano su accenti di bianco brillante. I colori fotografano l’eterogeneità dei contesti urbani, risaltando in modo innovativo l’estetica industriale del moderno paesaggio cittadino: il grigio dell’acciaio, il nero sfumato dell’asfalto e il mix di azzurri e blu del vetro e cielo.
Tre pannelli in plexiglass con effetto specchio installati nella prima sala creavano abilmente l’illusione di trovarsi all’incrocio di una trafficata metropoli. Il gioco dei riflessi si ripetevano in modo attenuato anche nelle altre sale, per sottolineare quei dettagli architettonici che enfatizzano il tema cittadino integrato con i capi in mostra. La seconda sala ospitava un’installazione realizzata come un display digitale all’interno di un ambiente offline (reale?). Nella terza sala, infine, un’enorme scatola blu con lo sfondo grafico di una città ha permesso ai visitatori di immergersi interamente all’interno di un ambiente urbano.

Sala n.1 – L'installazione con effetto specchio ricorda un affollato contesto urbano

Sala n.2 – L’installazione richiama un display digitale all’interno di un ambiente offline

Sala n.2

Sala n. 3 – Il box blu con sfondo grafico urbano

In linea con il concept, sono state allestite due experience room che attraverso l’arte e la fotografia hanno sfumato ulteriormente il confine tra moda, arte ed esperienza. LAB Pal Zileri Dialogues ha presentato interviste in stile reportage che, per le strade cittadine, catturavano le impressioni e i pensieri sul significato dell’urban living.

LAB Pal Zileri Dialogues

LAB Cabinet of Wonders, invece, invitava i visitatori a immergersi nei dettagli della vita cittadina con fotomontaggi creativi che univano persone, paesaggi e tessuti. I Cabinet erano collezioni enciclopediche che catalogavano oggetti posseduti da gentiluomini del Rinascimento, un simbolo della sofisticatezza cosmopolita. Ogni montaggio era un pezzo unico e rappresentava un punto di vista sulla città, realizzato e fotografato come una scultura effimera. L’insolito approccio ha indotto il pubblico a vedere qualcosa di diverso all’interno della stessa cornice. Nulla è come sembra: l’uomo contemporaneo e cosmopolita crea forme e sostanze personali e le riorganizza a suo piacimento, creando il Cabinet of Wonders per eccellenza: la Metropoli.

LAB Cabinet of Wonders

Un dettaglio del booklet LAB Pal Zileri

Next post
Campagna ADV AI 2017-18

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato

Email

Iscrizione eseguita

Richiedi informazioni

Nome e cognome

Email

Paese

Messaggio